Jean-Georges Noverre: Il Padre del Balletto Moderno

Iscrizione ai Canali

Resta sempre aggiornato con DaniloRavnic.it

Iscriviti ai canali per non perdere nessun aggiornamento.

Iscriviti al canale Telegram! Iscriviti al canale WhatsApp!

Jean-Georges Noverre (1727-1810) è considerato il padre del balletto moderno. La sua straordinaria visione artistica ha rivoluzionato la danza classica e ha contribuito a plasmare l’arte così come la conosciamo oggi. Noverre è stato un prolifico coreografo, teorico e insegnante che ha saputo infondere emozione, dramma e significato nelle sue opere. In questo articolo, esploreremo la vita e le opere di questo straordinario artista che ha dato nuova vita al balletto.

Giovinezza e formazione

Nato a Parigi il 29 aprile 1727, Noverre mostrò fin dalla giovinezza una grande passione per la danza. All’età di 14 anni, iniziò a studiare danza con Louis Dupré, un famoso maestro di balletto dell’epoca. Nel 1743, Noverre si unì alla compagnia di danza dell’Opéra di Parigi, dove si esibì come danzatore e coreografo. Fu durante questo periodo che iniziò a sviluppare le sue idee innovative sul balletto.

Le “Lettres sur la danse”

Nel 1760, Noverre pubblicò il suo trattato più influente, “Lettres sur la danse et sur les ballets”. In questo lavoro, espose le sue idee rivoluzionarie sull’arte del balletto, sottolineando l’importanza del dramma, dell’espressione e della mimica nella danza. Le sue idee erano in netto contrasto con la danza dell’epoca, che si concentrava principalmente su acrobazie e virtuosismi tecnici.

Il balletto d’azione

Il concetto chiave proposto da Noverre nel suo trattato era il “balletto d’azione”, che sosteneva che la danza doveva essere un mezzo di comunicazione delle emozioni e della storia. La sua visione del balletto d’azione enfatizzava il ruolo della mimica e dell’espressione facciale nella danza e promuoveva l’integrazione della musica, della scenografia e del costume per creare un’esperienza completa.

Influenza internazionale

Le idee di Noverre ebbero un impatto significativo sulla scena della danza europea. Durante la sua carriera, lavorò in diverse corti europee, tra cui Vienna, Stoccarda e Londra. In particolare, fu nominato maestro di balletto alla corte di Stoccarda nel 1760 e alla corte di Vienna nel 1776, dove diresse il balletto dell’Opéra.

Il legato di Noverre

Le innovazioni di Noverre nel balletto continuarono ad influenzare la danza anche dopo la sua morte nel 1810. Coreografi come Marius Petipa e August Bournonville hanno adottato e sviluppato ulteriormente le idee di Noverre, portando alla creazione di alcuni dei più grandi balletti classici del XIX secolo. Oggi, il balletto d’azione di Noverre è alla base del balletto moderno, con la sua enfasi sulla narrazione, sull’espressione emotiva e sull’integrazione di vari elementi artistici.

Allievi e successori

Noverre ha formato una nuova generazione di danzatori e coreografi, tra cui Philippe Taglioni e Jean Dauberval, che hanno continuato a diffondere il suo stile e le sue idee. Taglioni, in particolare, è diventato una figura di spicco nel balletto romantico e il padre della leggendaria ballerina Marie Taglioni, la prima a esibirsi en pointe. Dauberval, invece, è noto per la creazione del balletto “La Fille Mal Gardée”, una delle opere più longeve nella storia della danza.

Riconoscimenti e celebrazioni

La carriera di Noverre è stata ricca di successi e riconoscimenti. È stato nominato membro dell’Accademia Reale di Danza di Parigi nel 1774 e insignito dell’Ordine di San Michele da Luigi XVI nel 1778. Nel 1987, in occasione del 260° anniversario della sua nascita, il coreografo francese Maurice Béjart creò un omaggio a Noverre intitolato “Noverre, l’illustre inconnu” (“Noverre, il grande sconosciuto”), riconoscendo il suo contributo essenziale all’arte della danza.

Conclusione

Jean-Georges Noverre ha trasformato il balletto, portandolo da una forma d’arte basata su acrobazie e virtuosismi tecnici a una forma d’arte drammatica e espressiva. Le sue innovative idee sul balletto d’azione, l’importanza della mimica e dell’espressione facciale, e l’integrazione di musica, scenografia e costumi hanno influenzato generazioni di coreografi e danzatori. Il suo legato vive ancora oggi, poiché il balletto moderno continua a evolversi sulla base dei principi che Noverre ha introdotto più di due secoli fa.

Contatta e Affiliati

Desideri maggiori dettagli o chiarimenti? AFFILIATI con DaniloRavnic.it

Contatta i nostri uffici. E se sei interessato, puoi anche affiliarti al nostro comitato. Cosa aspetti? Danilo Ravnic presidente di un comitato ENDAS : EPS del CONI

Affiliati ora!

[mailpoet_form id="3"]

Ravnic

Dirigente sportivo, gestisce un settore nazionale ed è Presidente di un comitato all'interno di un EPS riconosciuto dal C.O.N.I. - Consulente sportivo e del terzo settore - CEO della DreseGo Goup SRL

Guarda tutti gli articoli
Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] data del 29 aprile è stata scelta in onore del grande coreografo e ballerino francese Jean-Georges Noverre (1727-1810), considerato il padre del balletto moderno. Noverre fu un innovatore nel mondo della […]

Ravnic

Dirigente sportivo, gestisce un settore nazionale ed è Presidente di un comitato all'interno di un EPS riconosciuto dal C.O.N.I. - Consulente sportivo e del terzo settore - CEO della DreseGo Goup SRL

ADV

Seguimi su :

ADV

ADV

1
0
Would love your thoughts, please comment.x