ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM


Dopo un’analisi dettagliata del nuovo DPCM, annunciato ieri del governo in diretta sulla pagina Facebook del Premier Giuseppe Conte, possiamo trarre le seguenti conclusioni:

Come già riportato nei giorni precedenti le attività amatoriali rimangono bloccate in ogni forma. Un annuncio al quale mi trovo in disaccordo è la chiusura di tutte le attività dilettantistiche di tutte le palestre, piscine, scuole di calcio dei centri di danza e centri sportivi che devono con effetto immediato fino al 24 novembre bloccare le proprie attività.



Continuano le attività professionistiche sotto ogni forma, quindi potranno essere svolte lezioni, allenamenti e competizioni nazionali.

Capiamo la problematica della chiusura del nuovo DPCM, la salute della persona viene prima di ogni cosa, secondo il nostro giudizio la problematica maggiore non ricade sulle palestre, piscine e scuole di danza.

Il ministro Spadafora con grande solidarietà ha rilasciato sulla sua pagina ufficiale Facebook un post di vicinanza verso il mondo sportivo e culturale, promettendo come già detto in passato dei nuovi bonus per il mese di chiusura.

IMPORTANTE : non è stata imputata la forma giuridica della palestra, piscina o scuola di danza, ma la pratica dell’attività, questo vuol dire che indipendentemente se la struttura è un’associazione, società o ditta con partita Iva per lei non sarà possibile svolgere la pratica se non all’aperto mantenendo le distanze sociali.

Non ci resta altro che aspettare e capire il prossimo passo che il governo farà verso il mondo dello sport e della cultura.



Link articolo : Clicca Qui

Forse può interessarti: La chiusura delle palestre comprende anche le scuole di danza ?

 SEGUIMI SU :

Seguimi su :

adv

Newsletter

adv