ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM


L’argomento di questo articolo è come richiedere lo SPID. Vedremo quindi di cosa si tratta, quali sono le procedure necessarie per ottenerlo, per cosa possiamo utilizzarlo e a quali servizi mi permette di accedere. 

In questo periodo, tantissime realtà mi stanno chiedendo cosa è lo SPID, quando va utilizzato, come si fa per averlo e quali vantaggi porta ad una associazione o società. Visti i tempi in cui viviamo, e visto che dipendiamo praticamente in tutto dalla tecnologia, quello che intendo darvi non è solamente un consiglio, ma anche una raccomandazione. A mio parere, al giorno d’oggi è fondamentale avere uno SPID. Soprattutto perché molti servizi, attualmente, sono accessibili solamente se si possiede uno SPID. 

Andiamo subito a vedere che cosa è lo SPID.

Cosa è lo SPID?

Lo SPID è il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Quindi, è un sistema che dà la possibilità di accedere ai dati della Pubblica Amministrazione, come per esempio all’INPS e all’INAIL, effettuare pagamenti e richiedere bonus messi a disposizione dal governo. Lo SPID fornisce all’utente un’identità digitale, che deve essere autenticata tramite codici. Oltre all’username può essere necessaria una password, un codice OTP e una smart card, in base al livello di sicurezza che desideriamo. Con questa identità digitale, l’utente può accedere a servizi online della Pubblica Amministrazione, ma anche di enti privati che appunto utilizzano lo SPID. 



Una volta ottenuto lo SPID sarà possibile accedere a questi servizi da qualsiasi dispositivo: PC, tablet e smartphone.

Ovviamente una domanda molto frequente è: chi può richiedere lo SPID? Lo SPID è un qualcosa che possono avere tutti i cittadini italiani, quindi chiunque può richiederlo. Basta essere in possesso di una Carta d’Identità Elettronica o di un Passaporto elettronico in corso di validità, del proprio codice fiscale e ovviamente essere maggiorenni. 

Quando si ha una struttura, che sia una palestra, un’azienda o una piscina, credo che sia fondamentale avere uno strumento del genere. Infatti, lo SPID permette di velocizzare tantissimo quella che può essere tutta la pratica burocratica. 



Come si richiede lo SPID?

Un’altra domanda che ho ricevuto molto spesso è stata: come si richiede lo SPID? 

Innanzitutto gli operatori italiani, chiamati “Identity Provider”, che forniscono lo SPID sono nove: Aruba, Infocert, Intesa, Namirial, Poste, Register, Sielte, Tim o Lepida. Ognuno di loro offre modalità diverse e tempistiche diverse. Per attivare lo SPID servono un documento di identità in forma elettronica (passaporto o carta d’identità) in corso di validità, un numero di cellulare, un indirizzo email e la tessera sanitaria. Questo è quello che serve in linea di massima. 

La modalità con cui viene attivato lo SPID può variare in base all’operatore a cui ti rivolgi o anche in base alle tue esigenze. Per esempio, Poste offre la possibilità di attivarlo comodamente da casa, con la Carta d’Identità elettronica o il Passaporto elettronico. Grazie a un chip NFC installato in quasi tutti gli smartphone è possibile “leggere” i documenti elettronici semplicemente avvicinandoli al nostro cellulare. Successivamente viene richiesto un vero e propio selfie, scattato sul momento tramite il sito con cui state svolgendo la procedura, e un breve video in cui si dichiara di volere lo SPID di Poste.



Entro 5 giorni lavorativi, un operatore valuterà le informazioni che abbiamo inoltrato, che i documenti siano validi. Se non riscontrerà alcun problema, ci farà arrivare le nostre credenziali per lo SPID. A quel punto potremo accedere a tutti i servizi che SPID offre. 

Per chi non è in possesso di un documento elettronico, c’è la possibilità di recarsi negli uffici dell’operatore a cui ci siamo rivolti e svolgere la pratica con un addetto. Alcuni operatori offrono anche la possibilità di prenotare un appuntamento via webcam, per esempio tramite Skype, per svolgere l’intera pratica. 

Personalmente, mi sono trovato molto bene richiedendo il mio SPID con Aruba.



I livelli di sicurezza dello SPID

Principalmente ci sono 3 livelli di sicurezza offerti dagli operatori. 

Per esempio il livello 1 prevede solamente l’accesso con username e password, che l’utente inserisce ogni volta che deve essere identificato. Il livello 2 aggiunge anche la generazione di un codice OTP (One Time Password, quindi un codice che cambia ogni volta che eseguiamo l’accesso) fornito da una app. Per esempio, se attivate il vostro SPID con Poste, l’app che vi fornirà il codice OTP è quella di Poste ID.

Il livello 3, invece, fornisce uno standard di sicurezza ancora più elevato. Infatti, fornisce anche una smart card o un qualsiasi dispositivo che permetta l’autenticazione attraverso la firma digitale remota. Questo livello permette anche la firma di contratti con la Pubblica Amministrazione.



La scelta del livello di sicurezza è personale, ma non tutti gli operatori offrono la possibilità di raggiungere il terzo livello. Per esempio, Tim e Namiral permetto di raggiungere un livello 2 di sicurezza. Mentre Aruba e Poste arrivano anche al terzo. Il sito si SPID, comunque, offre un confronto dei diversi Provider.

I costi dello SPID e quale scegliere

In molti mi avete chiesto informazioni anche per quanto riguarda i costi dello SPID e se eventualmente valesse la pena spendere quei soldi con la proroga azienda, palestra o piscina. La maggior parte degli operatori offrono questo servizio in maniera gratuita, non ha quindi un costo di attivazione. Potrebbe però avere un costo nel momento in cui richiediamo il servizio di riconoscimento online. Ma, per esempio, con Poste è gratuito anche questo tipo di riconoscimento. 

Qualcuno mi ha chiesto anche consigli su quale scegliere, perché magari hanno provato a crearsi uno SPID ma non hanno saputo scegliere a quale operatore affidarsi. Fondamentalmente penso che un servizio vale l’altro. Personalmente mi sento di consigliare Aruba o Poste, perché nella nostra azienda utilizziamo queste due tipologie di SPID e quindi posso dire, per esperienza personale, che sono entrambe valide e affidabili. Ma sicuramente sono valide anche le altre aziende. Ci sono operatori di aziende importanti che sapranno seguirvi abilmente nella procedura anche loro. 



Cosa posso pagare con lo SPID?

Tra coloro che già posseggono uno SPID o che comunque erano già intenzionati a crearne uno, la domanda più frequente è stata: cosa posso pagare con lo SPID? Quali sono i benefici che potrei avere con lo SPID? 

Innanzitutto, con SPID è possibile accedere ai servizi online di amministrazioni locali, enti pubblici, fornitori privati e agenzie. È inoltre possibile accedere anche a servizi pubblici europei degli Stati membri che hanno aderito a questo servizio. 

Lo SPID si può utilizzare per pagare per esempio l’INPS, il Ministero dell’Istruzione, l’ACI, Equitalia, l’Agenzia delle Entrate, l’INAIL. Ci sono anche diversi servizi che attualmente è possibile pagare con lo SPID, come il modello del 730, l’accredito al cassetto fiscale, il bollo auto e le tasse universitarie. Ovviamente avere lo SPID per chi ha una realtà lavorativa associativa o societaria e che quindi si trova sommerso dalla burocrazia, è sicuramente utile e fondamentale. Penso che rappresenti un aiuto enorme. 



Ricordiamo anche che lo SPID può essere utilizzato anche per richiedere il bonus vacanze o il reddito di cittadinanza, il bonus bici o quello computer, la Carta del Docente o il bonus cultura.  Inoltre, dal 1° Ottobre 2020 lo SPID ha sostituito il pin dell’INPS, quindi diventa veramente fondamentale averlo per accedere a tutti i servizi INPS. 

Con lo SPID è inoltre possibile accedere all’applicazione IO, necessaria per aderire al cashback di stato (di cui abbiamo parlato in questo articolo).

Conclusione

Quindi, è possibile richiedere lo SPID ID online, ma anche recandosi per esempio alle Poste per parlare con un operatore. L’operatore provvederà, attraverso i vostri documenti di riconoscimento, a fornirvi i codici per lo SPID. Altrimenti è possibile farlo direttamente dal proprio divano: sicuramente Aruba e Poste offrono questo servizio, e seguendo le indicazioni del sito riuscirete a farlo in pochissimo tempo.



Spero che questo articolo su come richiedere lo SPID vi sia stato utile e per rimanere sempre aggiornati seguitemi su Instagram, Telegram e Youtube

NEWSLETTER

 SEGUIMI SU :