ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM


Cashback di Stato: come muoversi? Ecco un prontuario veloce per saperne di più.

Martedì 8 dicembre è partito il Cashback di Stato, il Governo rimborserà una percentuale delle spese fatte dagli italiani.

Cashback di Stato: quali strumenti di pagamento?

E’ partito martedì 8 dicembre il Cashback di Stato. Il Governo italiano rimborserà una certa percentuale di spese fatte agli italiani a patto che le transazioni avvengano con carte ( di debito, di credito e prepagate) e wallet ( ovvero Apple Pay, Samsung Pay, Google Pay etc.). Per essere preciso mi soffermo su cosa sia un wallet: è un portafoglio virtuale che consente agli utenti di effettuare pagamenti, online o all’interno di negozi fisici, mediante dispositivi elettronici. I wallet o mobile payment rappresentano l’ultima tendenza in materia di pagamenti virtuali. Ogni smartphone ha un proprio applicativo wallet su cui è possibile registrare le proprie carte, di debito, di credito, prepagate o numeri di conti correnti bancari per fare pagamenti veloci in assenza dello strumento fisico. Il rimborso sarà erogato solo sulla base di transazioni fisiche ovvero presso esercenti commerciali e non per gli acquisti effettuati online.

Transazioni fisiche in luogo di acquisti online

L’obiettivo del Governo è proprio incentivare il commercio ( commercianti, artigiani, ristoratori, professionisti etc.).Il programma avviato dallo Stato italiano, mira, effettivamente, a rifocillare l’economia, a far ripartire la macchina, ferma da troppi mesi. E’ noto che a partire dal mese di marzo, l’e commerce ha sicuramente avuto la meglio. I cittadini hanno acquistato sulle maggiori piattaforme online, Amazon, Zalando, eBay oppure sui siti web delle maggiori catene di grande distribuzione. I piccoli commercianti, gli artigiani ed i liberi professionisti hanno subito una forte battuta d’arresto. Il Cashback è stato pensato proprio per loro. Se si vuole risparmiare qualcosa per un po’ di tempo dovrà abbandonarsi l’e commerce.

Applicazione IO: un unico strumento di accesso ai servizi pubblici locali e nazionali

Il primo step per poter aderire all’iniziativa Governativa è scaricare l’applicazione IO, app dei servizi pubblici creata per semplificare l’accesso di ogni cittadino a servizi pubblici locali e nazionali. Essa era stata già sponsorizzata ad inizio stagione estiva, in occasione dei numerosi bonus messi a disposizione. La richiesta degli stessi è stata resa possibile grazie a questa applicazione smartphone. In caso di esito positivo, il voucher è stato caricato direttamente sull’app. IO è disponibile sia per dispositivi con sistema operativo ANDROID sia con sistema operativo IOS. Per maggiori info sull’applicazione vi rimando al sito web principale:

https://io.italia.it/

Cosa registrare sull’applicazione IO?

Sull’applicazione IO sarà possibile registrare l’IBAN del conto corrente su cui si vuole ottenere il rimborso ed i metodi di pagamento che si utilizzeranno. In questi giorni vi è una particolare affluenza nelle registrazioni, motivo per cui siete invitati a riprovare più volte. Accertatevi, in caso di dubbi, presso i vostri istituti di credito, la possibilità di utilizzo delle vostre carte.



Tre periodi di Cashback

L’iniziativa lanciata dal Governo rientra nel Piano Italia Cashless, messo a punto nella Legge di Bilancio 2020. Esso ha lo scopo di incentivare l’utilizzo di carte di credito, di debito e servizi di pagamento digitale. Effettivamente si avranno tre periodi di Cashback. L’8 dicembre è partito l’Extra Cashback di Natale che terminerà il 31 dicembre. In queste settimane sono sufficienti 10 acquisti da effettuarsi con i metodi già indicati per avere un riaccredito pari al 10% degli importi spesi, con un massimo di 15 euro a transazione e fino a 150 euro complessivi. Ad esempio se effettui una singola transazione di 1500 euro, non riceverai nessun rimborso. Se effettui 10 transazioni e raggiungi un importo di 1500 euro, avrai un rimborso di 150 euro, che è il massimo possibile.

Secondo periodo di Cashback

Dal 1 gennaio 2021 sarà ancora possibile usufruire di questa iniziativa. Le modalità di rimborso sono uguali a quelle del periodo in corso, ovvero quello che termina il 31 dicembre. Tale periodo si concluderà a giugno e dunque il conteggio sarà per sei mesi. Nel secondo periodo sarà necessario fare almeno 50 transazioni nel semestre per ricevere un rimborso del 10%. Il rimborso massimo ottenibile è di 150 euro. Dal 1 gennaio 2021, inoltre, i primi 100.000 utenti che faranno un maggiore numero di transazioni per ogni semestre, potranno ricevere un extra bonus di 1500 euro per un massimo complessivo di 3000 euro annuo. La valutazione sulle transazioni verrà fatta in base al numero di operazioni e non di importi. Questa iniziativa è stata chiamata Super Cashback.

Terzo periodo di Cashback

Il terzo periodo di Cashback avrà inizio il 1 luglio 2021.Le modalità per ottenere il rimborso non cambiano. Sarà sempre necessario basarsi sul numero di transazioni e sul valore totale delle stesse.

SPID: necessario per iscriversi all’applicazione IO

E’ importante sottolineare che per iscriversi all’applicazione IO sarà necessario essere in possesso di SPID ovvero il sistema unico di accesso con identità digitale ai servizi online della Pubblica Amministrazione italiana e dei privati che vi aderiscono. Sia i cittadini che le imprese possono avere lo SPID e vi sono diverse società che offrono la possibilità di crearlo. L’identità digitale è unica e permette l’accesso e la fruizione da qualsiasi dispositivo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO



 SEGUIMI SU :

Seguimi su :

adv

Newsletter

adv

Dresego