ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM


In questo articolo andremo a vedere come poter migliorare la propria autostima, dato che in molti me lo avete chiesto sui social.

Cercherò di dare 3 consigli utili, consigli che ho potuto sperimentare sulla mia pelle e che con me hanno funzionato e mi hanno permesso di migliorare la mia autostima e il modo di presentarmi alle persone. Quindi saranno tre consigli basati sulla mia esperienza personale

In molti sui social mi chiedete: ma come posso migliorare la mia autostima? Spesso mi sento insicuro, cosa posso fare? Quindi ho notato che ci sono molte persone che dubitano di se stesse e che non riescono a superare le loro insicurezze. E quindi mi avete chiesto di parlarvi di quali sono stati i consigli che hanno rafforzato la mia autostima.

Mi sento di dire che, a prescindere dai consigli che daremo in questo articolo, è bene ricordarsi sempre che ognuno di noi ha un valore. Ognuno di noi può dare qualcosa agli altri. Ogni persona è unica, con pregi e difetti, ma comunque unica. 



I miei consigli per migliorare la propria autostima

Avere una bassa autostima potrebbe ostacolarci nella nostra crescita professionale e personale. Spesso quando ci sentiamo giù di corda non abbiamo voglia di fare nulla. E quando smettiamo di agire e di prendere decisioni, smettiamo di costruire il futuro che desideriamo. Ma per fortuna c’è sempre un modo per tornare a credere in se stessi, per aumentare la propria autostima e ritrovare la voglia di fare qualcosa! 

Ecco tre consigli che mi hanno aiutato nel mio percorso, che hanno aumentato la mia autostima e la mia sicurezza nel rapportarmi con le persone. Ovviamente non si tratta di tre consigli universali e non bastano a raggiungere tutti gli obiettivi che ognuno di noi si prefissa. Possono, però, essere un punto di partenza per tutti, per intraprendere un percorso su se stessi e migliorare la propria situazione. Sicuramente a me sono serviti. 

1. Curare il proprio aspetto

Il primo consiglio che mi sento di darvi è quello di curare il proprio aspetto. Potrebbe sembrare una cosa scontata, sentita e risentita, ma non lo è. Il primo passo per sentirsi sicuri e per piacere alle persone è vedersi bene con se stessi. E questo non ha niente a che vedere con la bellezza, ma semplicemente con l’avere un aspetto ordinato e curato. A partire dall’abbigliamento, fino al taglio di capelli. Portare una barba trasandata, un taglio di capelli poco curato o tralasciare la forma fisica potrebbero far percepire agli altri che non teniamo al nostro aspetto. 



Quindi il mio consiglio è quello di cercare di mostrare un’immagine di noi il più curata possibile. Ovviamente, sempre seguendo i propri gusti. È importante sapere anche che l’abito non fa il monaco e che quindi si deve coltivare e curare anche i propri contenuti, i propri valori. Anche perché, ovviamente, essere curati, composti e di bell’aspetto non è sempre connesso con l’avere dei sani principi. Nessuno nasce sicuro di sé e ci sono anche persone che esteticamente sono bellissime, ma che hanno insicurezze, forti dubbi e quindi un livello basso di autostima. 

2. Parlare, parlare, parlare.

Il secondo consiglio che mi sento di darvi è quello di parlare. Con gli altri, ma anche con se stessi, allo specchio o con gli amici. Allenarsi nel parlare potrebbe essere un punto fondamentale per aumentare la propria autostima perché oltre al fattore visivo, anche quello uditivo è molto importante quando una persona ci conosce. È importante saper come parlare per far sì che l’altra persona ci percepisca sicuri, fermi sui propri punti. La dialettica, il tono di voce, la velocità con cui parliamo, il volume della nostra voce e l’utilizzo di determinate parole sono tutti fattori che determinano il modo in cui chi abbiamo di fronte ci definisce. 

Anche i leader, i politici e le figure che spesso si trovano a dover parlare in pubblico cercano sempre di migliorare il proprio modo di parlare. Anche fattori come la postura, la gestualità e lo sguardo influiscono sul modo in cui il pubblico ci percepisce. E la risposta del pubblico è proprio ciò che ci permette di aumentare la nostra autostima. Se vediamo che chi ci ascolta è interessato e segue volentieri quello che stiamo dicendo, siamo ovviamente portati a pensare di essere buoni comunicatori. Se, invece, il pubblico (o il nostro interlocutore) si distrae, cerca di cambiare discorso e non mantiene un contatto visivo con noi, potremmo pensare che non riusciamo a comunicare. E quando non riusciamo a comunicare, ci sentiamo inutili e la nostra autostima potrebbe sicuramente risentirne.



Mi rendo conto che non è facile. Parlare con calma, con sicurezza e convinzione può non essere semplice quando di fronte a noi abbiamo qualcuno che urla e che non ha la minima intenzione di ascoltarci, per esempio. E quando dobbiamo parlare davanti a un pubblico? È ancora più difficile! Quindi il mio consiglio è proprio quello di allenarsi nel parlare, anche da soli, davanti allo specchio, o con un amico. Ci vorrà tempo per far sì che il nostro modo di parlare e comunicare acquisisca sicurezza, ma quando succederà sarà sicuramente un grande risultato e un aiuto per la nostra autostima. Chi vi ascolterà lo farà con piacere e vi guarderà con occhi diversi.

3. Fissa degli obiettivi e completali

Il terzo consiglio per aumentare la propria autostima è quello di fissare degli obiettivi e raggiungerli. Può sembrare scontato che, una volta posto un obiettivo, alla fine si raggiunga. È proprio lo scopo di un obiettivo. In realtà, molte persone si pongono degli obiettivi e poi non li portano a termine. Magari perché si scocciano, o perché perdono la convinzione, o perché perdono sicurezza. Spesso mollano dopo poco tempo perché non riescono a vedere risultati.

Il mio consiglio è quello di raggiungere in tutti i modi l’obiettivo che vi siete posti. Questo aumenterà tantissimo la vostra autostima perché vi dimostrerà che siete in grado di vincere una sfida. Aumenterà la vostra forza e la vostra convinzione, la vostra voglia di non mollare. I risultati arrivano, a volte in maniera veloce, altre volte più lentamente. Ma portando a termine un obiettivo, il risultato sarà sempre raggiunto. 



Fare una lista di cose da fare, di obiettivi da raggiungere, e cancellarli ogni volta che li portiamo a termine può essere un modo per visualizzare i nostri progressi. Ogni volta che cancelliamo un obiettivo raggiunto, è come se aggiungessimo un mattone alle fondamenta della nostra autostima. Potrebbe essere un modo per dimostrare a noi stessi che ce la stiamo facendo.

Non sempre è possibile raggiungere tutti gli obiettivi che ci siamo prefissati, ma comunque raggiungerne solo alcuni è sempre un piccolo step in più verso una completa autostima. Il percorso per raggiungere un buon livello di autostima non è sempre lineare e semplice. Spesso non basta seguire i consigli di qualcuno. Ci saranno momenti di up & down da superare e si dovrà intraprendere un percorso graduale, con sfide quotidiane. 

Il successo si raggiunge a piccoli passi

Ci tengo a precisare che i modi per aumentare la propria autostima sono tantissimi, ma la cosa importante è non trascurarsi e non sentirsi mai arrivati. Pur avendo raggiunto alcuni obiettivi è sempre bene iniziare a pensare a quali potrebbero essere le nuove mete da raggiungere. È importante tenere a mente sempre questi tre consigli per avere un punto da cui partire.



Quando una persona cerca di migliorarsi e si pone degli obiettivi, nel caso in cui questi non venissero raggiunti non deve pensare di aver fallito. Il fallimento è smettere di provarci. Un po’ come quando cerchiamo di vincere la nostra timidezza, dobbiamo farlo in maniera graduale e seguendo alcuni accorgimenti (ne abbiamo parlato in questo articolo). Quindi, se si continua a lavorare su se stessi, a migliorarsi e a porsi sempre nuovi obiettivi, alla fine il successo sarà assicurato. 

Ovviamente i miei consigli non intendono sostituire quelli di uno specialista in materia. Spero che possiate beneficiare di questi miei consigli e se vi è piaciuto l’articolo non dimenticatevi di seguirmi sui miei canali social: Instagram, Telegram e YouTube.

NEWSLETTER

 SEGUIMI SU :