Obblighi Amministrativi per le Società Sportive

Introduzione

Iscrizione ai Canali

Resta sempre aggiornato con DaniloRavnic.it

Iscriviti ai canali per non perdere nessun aggiornamento.

Iscriviti al canale Telegram! Iscriviti al canale WhatsApp!

La gestione di una società sportiva comporta numerosi obblighi amministrativi e fiscali che devono essere rispettati per operare legalmente e in modo efficiente. Questo articolo offre una guida completa e dettagliata su tutti gli aspetti fondamentali che ogni società sportiva deve considerare per rimanere in regola. La presentazione è strutturata in modo semplice e intuitivo per facilitare la comprensione anche dei non esperti.

1. Costituzione della Società Sportiva

1.1 Tipi di Società Sportive

Esistono diverse forme giuridiche per costituire una società sportiva, ognuna con caratteristiche specifiche. La scelta della forma giuridica dipende dalle esigenze della società e dagli obiettivi che si intende raggiungere.

  • Associazioni Sportive Dilettantistiche (ASD): Le ASD sono enti senza scopo di lucro che promuovono attività sportive a livello dilettantistico. Queste associazioni sono regolamentate principalmente dal CONI e godono di agevolazioni fiscali significative. La struttura di una ASD è generalmente basata sul volontariato, con i membri che partecipano attivamente alla gestione e alle attività della società.
  • Società Sportive Dilettantistiche (SSD): Le SSD sono società di capitali o cooperative che, pur svolgendo attività sportiva dilettantistica, possono avere scopo di lucro. Le SSD beneficiano di alcune agevolazioni fiscali, ma hanno una struttura più complessa rispetto alle ASD. La gestione di una SSD richiede una maggiore attenzione agli aspetti finanziari e amministrativi, e può coinvolgere anche investitori privati.
  • Società Sportive Professionistiche: Le società sportive professionistiche sono società di capitali che gestiscono attività sportive a livello professionistico, come le squadre di calcio di Serie A. Queste società seguono regole fiscali e amministrative più rigorose e devono garantire un elevato livello di trasparenza e conformità normativa. La gestione di una società sportiva professionistica richiede competenze specifiche in ambito finanziario, legale e gestionale.

1.2 Atto Costitutivo e Statuto

Per costituire una società sportiva, è necessario redigere e approvare due documenti fondamentali: l’atto costitutivo e lo statuto.

  • Atto Costitutivo: L’atto costitutivo è il documento che attesta la volontà di costituire la società e contiene informazioni fondamentali come la denominazione sociale, la sede legale, gli scopi sociali e i nomi dei soci fondatori. Questo documento deve essere redatto in forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata, e deve essere registrato presso l’Agenzia delle Entrate.
  • Statuto: Lo statuto definisce le regole di funzionamento della società. Deve contenere dettagli sulle modalità di ammissione dei soci, i diritti e i doveri degli stessi, l’organizzazione interna, le modalità di convocazione delle assemblee, e i criteri di gestione del patrimonio sociale. Lo statuto deve essere conforme alle normative vigenti e deve essere approvato dall’assemblea dei soci.

La redazione di questi documenti richiede una particolare attenzione ai dettagli e una conoscenza approfondita delle normative sportive e fiscali. È consigliabile avvalersi della consulenza di professionisti esperti in diritto sportivo e fiscale per garantire la corretta stesura e approvazione dei documenti.

2. Registrazione e Riconoscimenti

2.1 Registrazione al Registro CONI

Per ottenere il riconoscimento ufficiale e usufruire delle agevolazioni fiscali, tutte le società sportive devono essere registrate al Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche del CONI. La registrazione comporta una serie di passaggi burocratici:

  • Compilazione di Moduli Online: È necessario compilare appositi moduli online sul sito del CONI, fornendo tutte le informazioni richieste, come i dati anagrafici della società, la sede legale, e le attività sportive svolte.
  • Invio dei Documenti Costitutivi: L’atto costitutivo e lo statuto devono essere inviati al CONI per la verifica e l’approvazione. È importante che questi documenti siano completi e conformi alle normative vigenti.
  • Pagamento di Eventuali Diritti di Segreteria: Alcuni adempimenti potrebbero richiedere il pagamento di diritti di segreteria, che variano a seconda della tipologia di società e delle attività svolte.

La registrazione al Registro CONI è fondamentale per ottenere il riconoscimento ufficiale come società sportiva dilettantistica e per accedere alle agevolazioni fiscali previste dalla legge.

2.2 Affiliazione alle Federazioni Sportive

Affiliarsi alla federazione sportiva nazionale di riferimento è un passaggio cruciale per una società sportiva. Le federazioni sportive nazionali, come la FIGC per il calcio o la FIPAV per la pallavolo, offrono numerosi vantaggi alle società affiliate:

  • Partecipazione a Competizioni Ufficiali: L’affiliazione permette di partecipare a competizioni ufficiali organizzate dalla federazione, dando visibilità alla società e agli atleti.
  • Supporto Tecnico e Organizzativo: Le federazioni offrono supporto tecnico e organizzativo, aiutando le società a gestire le attività sportive in modo efficiente e conforme alle normative.
  • Accesso a Programmi di Formazione e Aggiornamento: Le federazioni organizzano corsi di formazione e aggiornamento per tecnici, allenatori e dirigenti, migliorando le competenze e le conoscenze del personale della società.
  • Contributi e Finanziamenti: Le società affiliate possono accedere a contributi e finanziamenti erogati dalla federazione per lo sviluppo delle attività sportive e il miglioramento delle strutture.

L’affiliazione richiede la presentazione di specifica documentazione, il pagamento di una quota associativa annuale e il rispetto dei regolamenti interni della federazione.

3. Obblighi Fiscali

3.1 Codice Fiscale e Partita IVA

Le società sportive devono ottenere un codice fiscale e, se svolgono attività commerciali (come la vendita di biglietti o merchandising), aprire una partita IVA. Questi sono i passaggi fondamentali:

  • Richiesta del Codice Fiscale: La richiesta del codice fiscale deve essere effettuata presso l’Agenzia delle Entrate, compilando il modulo AA5/6 per le persone giuridiche. Il codice fiscale è necessario per tutte le operazioni amministrative e fiscali della società.
  • Apertura della Partita IVA: Se la società svolge attività commerciali, è necessario aprire una partita IVA. Questo comporta la scelta del regime fiscale più appropriato, che può essere il regime ordinario o un regime agevolato, come il regime forfettario. La partita IVA permette di emettere fatture, registrare i ricavi e pagare l’IVA sulle vendite.

3.2 Regime Fiscale Agevolato

Le ASD e SSD possono usufruire di regimi fiscali agevolati, come il regime forfettario previsto dalla Legge 398/1991. Questo regime offre numerosi vantaggi:

  • Tassazione Agevolata: Le società che rientrano nel regime forfettario possono beneficiare di una tassazione agevolata per le entrate fino a un certo limite, riducendo significativamente l’imposizione fiscale.
  • Semplificazioni Contabili: Il regime forfettario prevede l’esonero dalla tenuta di alcuni registri contabili, semplificando la gestione amministrativa della società. Le società devono comunque mantenere una contabilità ordinata e registrare tutte le operazioni finanziarie.
  • Determinazione del Reddito Imponibile: Il reddito imponibile viene determinato applicando una percentuale ridotta ai ricavi lordi, secondo le specifiche previsioni di legge. Questo rende più semplice il calcolo delle imposte dovute e riduce il carico fiscale complessivo.

3.3 Dichiarazioni Fiscali

Le società sportive devono presentare regolarmente le dichiarazioni fiscali, rispettando le scadenze previste dalla legge:

  • Modello 770: Il modello 770 deve essere presentato per la comunicazione dei dati relativi ai redditi da lavoro dipendente e autonomo corrisposti dalla società. Questo modello include informazioni sui compensi erogati, le ritenute operate e i contributi versati.
  • Dichiarazione IVA: Se la società è soggetta a IVA, deve presentare regolarmente la dichiarazione IVA, riportando tutte le operazioni imponibili e le imposte dovute. La dichiarazione IVA può essere trimestrale o annuale, a seconda del regime fiscale scelto.
  • Certificazione Unica (CU): La Certificazione Unica è un documento che attesta i compensi corrisposti ai collaboratori sportivi e agli altri soggetti che hanno percepito redditi dalla società. La CU deve essere trasmessa all’Agenzia delle Entrate e consegnata ai percettori entro i termini previsti.

4. Gestione Amministrativa

4.1 Tenuta dei Libri Sociali

Le società sportive devono tenere aggiornati i libri sociali obbligatori, che includono:

  • Libro Soci: Il libro soci è un registro in cui sono annotati tutti i soci della società, con i relativi dati anagrafici e le quote di partecipazione. Questo libro è fondamentale per monitorare la composizione della base sociale e garantire la trasparenza delle operazioni.
  • Libro Verbali Assemblee: Il libro verbali assemblee contiene i verbali delle assemblee dei soci e del consiglio direttivo. Ogni verbale deve riportare la data e il luogo dell’assemblea, l’ordine del giorno, i partecipanti e le decisioni prese. I verbali devono essere firmati dal presidente e dal segretario dell’assemblea.
  • Libro Cassa: Il libro cassa è il registro in cui vengono annotate tutte le entrate e le uscite di cassa. Questo libro è essenziale per tenere sotto controllo la gestione finanziaria della società e garantire la trasparenza delle operazioni.

4.2 Rendiconto Economico-Finanziario

Le ASD devono redigere un rendiconto economico-finanziario annuale, che deve essere approvato dall’assemblea dei soci. Il rendiconto deve:

  • Riportare in Modo Chiaro e Trasparente Tutte le Entrate e le Uscite: Il rendiconto deve includere una descrizione dettagliata di tutte le operazioni finanziarie della società, suddivise per categorie di entrate e uscite. Questo permette di avere una visione completa della situazione economica della società.
  • Essere Conforme ai Principi Contabili Generalmente Accettati: Il rendiconto deve essere redatto in conformità con i principi contabili generalmente accettati, per garantire la correttezza e l’affidabilità delle informazioni riportate.
  • Essere Disponibile per la Consultazione da Parte dei Soci: Il rendiconto deve essere messo a disposizione dei soci per la consultazione, in modo da garantire la massima trasparenza e permettere ai soci di valutare la gestione economica della società.

4.3 Adempimenti Contabili

Le società sportive devono tenere una contabilità ordinata e trasparente, utilizzando registri contabili come il libro giornale e il libro degli inventari. Gli adempimenti contabili includono:

  • Registrazione di Tutte le Operazioni Contabili: Ogni operazione finanziaria deve essere registrata tempestivamente e in modo accurato nei registri contabili. Questo include le entrate, le uscite, gli acquisti, le vendite, e qualsiasi altra operazione che influisce sulla situazione economica della società.
  • Predisposizione del Bilancio di Esercizio: Il bilancio di esercizio deve essere redatto annualmente e deve includere il conto economico, lo stato patrimoniale e la nota integrativa. Il bilancio deve essere approvato dall’assemblea dei soci e deve essere conforme ai principi contabili generalmente accettati.
  • Conservazione della Documentazione Contabile per i Termini di Legge: Tutti i documenti contabili, come fatture, ricevute, e scontrini, devono essere conservati per i termini previsti dalla legge, generalmente 10 anni. Questo permette di dimostrare la correttezza delle operazioni in caso di controlli fiscali.

5. Gestione del Personale

5.1 Contratti di Lavoro

I collaboratori sportivi possono essere inquadrati con diverse tipologie di contratti, a seconda del ruolo e delle esigenze della società:

  • Contratti di Collaborazione Sportiva: Questi contratti sono utilizzati per tecnici, istruttori e atleti dilettanti. Sono contratti flessibili che prevedono compensi fino a un certo limite senza obbligo di contributi previdenziali. I collaboratori sportivi che superano questo limite devono essere inquadrati con contratti di lavoro subordinato o parasubordinato.
  • Contratti di Lavoro Subordinato: Questi contratti sono utilizzati per ruoli amministrativi e tecnici a tempo pieno o parziale. Prevedono tutti gli obblighi contributivi e previdenziali, e offrono maggiori tutele ai lavoratori. I contratti di lavoro subordinato possono essere a tempo determinato o indeterminato, a seconda delle esigenze della società.
  • Contratti di Lavoro Parasubordinato: Questi contratti sono utilizzati per collaborazioni continuative e coordinate. Offrono maggiore flessibilità rispetto ai contratti di lavoro subordinato, ma prevedono comunque l’obbligo di versare i contributi previdenziali.

5.2 Adempimenti Previdenziali e Assistenziali

È obbligatorio iscrivere i lavoratori sportivi agli enti previdenziali e assistenziali competenti, garantendo la copertura previdenziale e assicurativa:

  • INPS: L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS) gestisce i contributi previdenziali dei lavoratori sportivi. La società deve versare i contributi previdenziali per i lavoratori subordinati e parasubordinati, in base alla retribuzione corrisposta.
  • INAIL: L’Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro (INAIL) copre gli infortuni sul lavoro dei lavoratori sportivi. La società deve assicurare i propri dipendenti e collaboratori contro gli infortuni sul lavoro, versando i relativi premi assicurativi.
  • Cassa di Previdenza Specifica: Alcune categorie di lavoratori sportivi possono essere iscritte a casse di previdenza specifiche, come la Gestione Separata INPS per i collaboratori sportivi. La società deve versare i contributi previdenziali anche a queste casse, garantendo una copertura adeguata per i lavoratori.

6. Sicurezza e Prevenzione

6.1 Normative sulla Sicurezza negli Impianti Sportivi

Le società sportive devono garantire la sicurezza degli impianti sportivi, rispettando le normative vigenti in materia di sicurezza e prevenzione degli infortuni. Le principali misure includono:

  • Manutenzione Regolare: Gli impianti sportivi devono essere sottoposti a controlli periodici e manutenzione regolare per garantire condizioni di sicurezza ottimali. Questo include la verifica delle strutture, degli impianti elettrici, degli attrezzi sportivi e di tutte le aree accessibili agli atleti e al pubblico.
  • Segnaletica e Dispositivi di Sicurezza: Gli impianti sportivi devono essere dotati di segnaletica adeguata per indicare le uscite di emergenza, le zone di pericolo e le aree vietate. Inoltre, devono essere presenti dispositivi di sicurezza come estintori, defibrillatori e kit di primo soccorso.
  • Piani di Emergenza: È fondamentale elaborare piani di emergenza e procedure di evacuazione in caso di incidenti o emergenze. Il personale deve essere formato sulle procedure di sicurezza e deve sapere come agire in caso di emergenza.

6.2 Certificati Medici

Gli atleti devono essere in possesso di certificati medici di idoneità alla pratica sportiva, rilasciati da medici specializzati. I certificati sono obbligatori per:

  • Attività Agonistiche: Gli atleti che partecipano a competizioni agonistiche devono ottenere un certificato medico sportivo agonistico, rilasciato dopo esami approfonditi che includono test di funzionalità cardiaca, esami del sangue e altre verifiche necessarie per garantire la sicurezza dell’atleta durante l’attività sportiva.
  • Attività Non Agonistiche: Per le attività sportive a livello non agonistico è sufficiente un certificato di buona salute, rilasciato dal medico di base. Questo certificato attesta che l’atleta è in buona salute e può praticare attività sportive senza rischi per la propria salute.

7. Comunicazione e Promozione

7.1 Utilizzo dei Social Media

Le società sportive possono utilizzare i social media per promuovere le proprie attività e coinvolgere la comunità. Alcuni suggerimenti utili includono:

  • Creazione di Contenuti Coinvolgenti: Post, video e storie che raccontano le attività della società e i successi degli atleti. È importante creare contenuti visivi accattivanti che possano catturare l’attenzione del pubblico e stimolare l’interazione.
  • Interazione con il Pubblico: Rispondere ai commenti e messaggi per costruire una relazione con i follower. L’interazione con il pubblico è fondamentale per creare una comunità attiva e coinvolta, e per ottenere feedback utili sulle attività della società.
  • Pianificazione delle Pubblicazioni: Utilizzare un calendario editoriale per pubblicare contenuti in modo regolare e pianificato. La pianificazione delle pubblicazioni permette di mantenere un flusso costante di contenuti e di coprire tutti gli aspetti delle attività della società.

7.2 Sito Web Ufficiale

È consigliabile avere un sito web ufficiale aggiornato, che fornisca informazioni dettagliate sulle attività, le iscrizioni e le novità della società sportiva. Il sito dovrebbe includere:

  • Descrizione della Società: Chi siamo, la nostra storia, la nostra missione. È importante raccontare la storia della società e i valori che la guidano, per creare un senso di identità e appartenenza tra i soci e gli atleti.
  • Calendario degli Eventi: Date e dettagli degli eventi e delle competizioni. Un calendario aggiornato permette agli atleti e ai soci di essere sempre informati sugli eventi in programma e di partecipare attivamente alle attività della società.
  • Moduli di Iscrizione Online: Facilitare l’iscrizione dei nuovi soci e atleti. Moduli di iscrizione online rendono il processo di iscrizione più semplice e accessibile, permettendo a chiunque di iscriversi comodamente da casa.
  • Sezione News e Blog: Aggiornamenti sulle attività della società e articoli informativi. Una sezione dedicata alle news e agli articoli permette di tenere il pubblico informato sulle novità e di approfondire temi rilevanti per la comunità sportiva.

8. Conclusione

Gestire una società sportiva comporta una serie di obblighi amministrativi e fiscali che è importante conoscere e rispettare per operare in conformità con la legge. Questo articolo ha offerto una guida pratica e dettagliata per aiutare le società sportive a rimanere in regola, presentando le informazioni in modo semplice e intuitivo per agevolare la comprensione di tutti gli interessati. Essere ben informati e organizzati è la chiave per gestire con successo una società sportiva e garantire la sua crescita e sostenibilità nel tempo.

FAQ

Q: Quali sono i documenti necessari per costituire una società sportiva?
A: I principali documenti necessari sono l’atto costitutivo e lo statuto della società. L’atto costitutivo certifica la volontà di costituire la società e contiene informazioni fondamentali come la denominazione sociale e la sede legale. Lo statuto definisce le regole di funzionamento della società e i diritti e doveri dei soci.

Q: È obbligatorio affiliarsi a una federazione sportiva?
A: Sì, l’affiliazione a una federazione sportiva è necessaria per partecipare a competizioni ufficiali e accedere ai servizi offerti dalle federazioni, come programmi di formazione e supporto tecnico.

Q: Quali sono i principali obblighi fiscali per le società sportive?
A: Le società sportive devono ottenere un codice fiscale, aprire una partita IVA se svolgono attività commerciali, e presentare regolarmente le dichiarazioni fiscali come il modello 770 e la dichiarazione IVA se applicabile.

Q: Quali registri contabili devono tenere le società sportive?
A: Le società sportive devono tenere il libro giornale, il libro degli inventari e altri registri contabili obbligatori. Questi registri devono essere aggiornati regolarmente e mantenuti in ordine per garantire la trasparenza contabile.

Q: È necessario avere un certificato medico per praticare sport?
A: Sì, gli atleti devono essere in possesso di certificati medici di idoneità alla pratica sportiva. Per le attività agonistiche è richiesto un certificato medico sportivo agonistico, mentre per le attività non agonistiche è sufficiente un certificato di buona salute.

Q: Come posso promuovere la mia società sportiva?
A: Utilizza i social media e un sito web ufficiale per promuovere le attività e coinvolgere la comunità. Crea contenuti coinvolgenti, interagisci con il pubblico e pianifica le pubblicazioni in modo regolare. Un sito web ben strutturato può fornire informazioni dettagliate sulle attività e facilitare le iscrizioni online.

Contatta e Affiliati

Desideri maggiori dettagli o chiarimenti? AFFILIATI con DaniloRavnic.it

Contatta i nostri uffici. E se sei interessato, puoi anche affiliarti al nostro comitato. Cosa aspetti? Danilo Ravnic presidente di un comitato ENDAS : EPS del CONI

Affiliati ora!

Ravnic

Dirigente sportivo, gestisce un settore nazionale ed è Presidente di un comitato all'interno di un EPS riconosciuto dal C.O.N.I. - Consulente sportivo e del terzo settore - CEO della DreseGo Goup SRL

Guarda tutti gli articoli
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ravnic

Dirigente sportivo, gestisce un settore nazionale ed è Presidente di un comitato all'interno di un EPS riconosciuto dal C.O.N.I. - Consulente sportivo e del terzo settore - CEO della DreseGo Goup SRL

ADV

Seguimi su :

ADV

ADV

0
Lascia un commento x