L’importanza di separare i conti correnti tra Associazione e Presidente: Una mossa essenziale per la trasparenza e l’integrità

Iscrizione ai Canali

Resta sempre aggiornato con DaniloRavnic.it

Iscriviti ai canali per non perdere nessun aggiornamento.

Iscriviti al canale Telegram! Iscriviti al canale WhatsApp!

L’universo delle associazioni sportive, come qualsiasi altro settore, necessita di una gestione finanziaria chiara e trasparente. Uno degli aspetti fondamentali di questa gestione è la separazione dei conti correnti tra l’associazione stessa e il suo presidente. Vediamo insieme le ragioni dietro questa necessità e i rischi connessi all’uso di un unico conto corrente.

1. Trasparenza e Integrità

Avere un conto corrente dedicato esclusivamente all’associazione permette di avere una visione chiara delle entrate e delle uscite, facilitando così l’elaborazione di bilanci e rendiconti finanziari. Questa separazione assicura che tutti i fondi dell’associazione siano utilizzati esclusivamente per scopi statutari, evitando possibili confusioni o mescolanze con fondi personali.

2. Responsabilità Legale

Dal punto di vista legale, l’associazione è considerata una entità separata dal suo presidente. Qualsiasi azione legale intentata contro l’associazione non dovrebbe riguardare direttamente i beni personali del presidente. Avere conti separati aiuta a sottolineare questa distinzione e a proteggere gli asset personali in caso di contenzioso.

3. Gestione Fiscale

Dal punto di vista fiscale, mescolare fondi personali con quelli dell’associazione può creare complicazioni. Può diventare difficile distinguere quali spese sono deducibili e quali no, portando a possibili errori nella dichiarazione dei redditi e esponendo l’associazione a sanzioni.

4. Rischi di Malversazione

La fusione dei conti correnti può portare a tentazioni di utilizzare fondi dell’associazione per scopi personali, volontariamente o involontariamente. Questa malversazione può danneggiare la reputazione dell’associazione, portare a possibili azioni legali e, in ultima analisi, minare la fiducia dei membri e dei sostenitori.

5. Complicazioni nella Successione

Nel caso in cui il presidente si dimetta o venga sostituito, avere un conto corrente separato facilita una transizione fluida. Con un unico conto, potrebbero sorgere complicazioni nel trasferimento di fondi e responsabilità.

Conclusione

Separare i conti correnti tra l’associazione sportiva e il suo presidente non è solo una buona prassi, ma una mossa essenziale per assicurare trasparenza, integrità e una gestione sana. Non solo protegge l’associazione e il presidente da possibili complicazioni legali e fiscali, ma contribuisce anche a costruire e mantenere la fiducia di tutti gli stakeholder coinvolti. In un mondo in cui la chiarezza e la trasparenza sono sempre più valorizzate, è fondamentale prendere le giuste precauzioni per garantire il successo e la longevità della propria associazione sportiva.

Contatta e Affiliati

Desideri maggiori dettagli o chiarimenti? AFFILIATI con DaniloRavnic.it

Contatta i nostri uffici. E se sei interessato, puoi anche affiliarti al nostro comitato. Cosa aspetti? Danilo Ravnic presidente di un comitato ENDAS : EPS del CONI

Affiliati ora!

Ravnic

Dirigente sportivo, gestisce un settore nazionale ed è Presidente di un comitato all'interno di un EPS riconosciuto dal C.O.N.I. - Consulente sportivo e del terzo settore - CEO della DreseGo Goup SRL

Guarda tutti gli articoli
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ravnic

Dirigente sportivo, gestisce un settore nazionale ed è Presidente di un comitato all'interno di un EPS riconosciuto dal C.O.N.I. - Consulente sportivo e del terzo settore - CEO della DreseGo Goup SRL

ADV

Seguimi su :

ADV

ADV

0
Would love your thoughts, please comment.x