ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM


E’ importante fare sport per i bambini? Ci sono vantaggi nella loro crescita? Diventano degli adulti migliori?

E’ importante per i bambini fare sport? Questa è una delle domande più frequenti che mi viene indirizzata negli eventi pubblici, sul blog e anche tramite i canali social. Posto che non sono un medico sportivo o uno psicologo dell’età evolutiva tuttavia mi limito a fornire utili consigli o pareri.

Importanza dello sport in generale

Le attività a cui mi riferirò sono pilates, arti marziali, fitness, wellness, danza, pattinaggio. Indiscutibilmente lo sport in se è importante. Esso educa al rigore ed alla disciplina, insegna ad essere rispettosi verso amici ed avversari. L’aspetto fondamentale è proprio la socializzazione ovvero stare insieme ed apprendere in compagnia. Il confronto con il proprio compagno/vicino, l’osservazione degli esercizi svolti da un amico di corso sono sicuramente stimolanti per il bambino.

Lo sport quale diritto per i bambini

E’ proprio l’articolo 31 della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza a sancire l’importanza dello sport per i più piccini:

Art. 31



  1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica. 
  2. Gli Stati parti rispettano e favoriscono il diritto del fanciullo di partecipare pienamente alla vita culturale e artistica e incoraggiano l’organizzazione, in condizioni di uguaglianza, di mezzi appropriati di divertimento e di attività ricreative, artistiche e culturali.  

Allego il link, qualora si voglia maggiormente approfondire, del testo integrale della Convenzione :

https://www.unicef.it/Allegati/Convenzione_diritti_infanzia_1.pdf

Palestre come “seconde case” ed insegnanti come modelli da imitare

Inoltre i luoghi in cui queste attività vengono svolte diventano delle “seconde” case dove i bambini si sentono a proprio agio, sentono di stare bene sino ad avere il bisogno di frequentarle. L’istruttore, il maestro o il coach, se empatici e comunicativi, diventano dei punti di riferimento. Talvolta diventano anche dei modelli da imitare. Molti bambini vedono nei loro insegnanti ciò che vorrebbero essere da adulti, in quella specifica disciplina.



Amicizie, sport, legami forti e competizione sana

Le amicizie che si creano, praticando sport, possono durare tutta la vita. Legami forti si stabiliscono soprattutto negli sport di squadra quali calcio, basket, pallanuoto, pallavolo. Le attività individuali creano maggiore competizione nei bambini, perché è fisiologico che emerga l’allievo migliore. La danza, il pattinaggio o le arti marziali sono discipline di allenamento duro e di affinamento delle tecniche. E’ molto naturale che, per dote o per impegno, emerga qualche bambino/bambina piuttosto che altri. Questo aspetto potrebbe creare qualche problema ed addirittura aumentare la competizione.

L’importanza dello sport per una buona crescita corporea

Indiscutibilmente lo sport è necessario per la salute del bambino. E’ noto che ci siano alcune attività sportive che sono consigliate dai medici per la buona crescita fisica del bambino. La danza, il nuoto, da sempre, è noto che contribuiscano ad una formazione dell’apparato muscolo-scheletrico.

Sport e formazione del carattere

L’aspetto determinante, già accennato in precedenza, che vorrei rimarcare è l’importanza delle attività sportive per la formazione del carattere. Seguire delle regole sin da bambini rende, nella maggior parte dei casi, gli individui degli adulti responsabili. Seguire degli orari, organizzare il pomeriggio, partecipare ad allenamenti ferrei offre una forma mentis. Codesta accompagnerà il fanciullo per tutta la sua vita. I rapporti umani, che nascono dalla condivisione sportiva, mettono in circolo il buon umore nei bambini. Essi apprendono che si possono apprezzare le gioie altrui, sostenere i dolori dei compagni e migliorare insieme.



Lo sport come distrazione dalla tecnologia

Un aspetto a cui tengo particolarmente riguarda lo sport come distrazione. L’avanzare della tecnologia ha diffuso l’utilizzo di smartphone, pc e tablet tra i più piccoli. Praticare attività sportiva allontana il rischio di dipendenza da questi strumenti.

Responsabilità e sport

Un bambino che pratica sport, che ama la competizione e la vive in maniera positiva, sarà un adulto ambizioso. Se sin da piccoli si impara ad essere caparbi e a raggiungere obiettivi, anche il futuro si prospetterà ricco di traguardi. Non è da sottovalutare il senso di responsabilità che viene sviluppato da un bambino sportivo. Orari da rispettare, compiti da finire in tempo, allenamenti nei weekend, gare nei giorni festivi. Un bambino che impara a seguire questi ritmi, sarà un adulto organizzato un domani.

Lo sport può diventare un lavoro?

E’ importante per i bambini fare sport? Spesso esso, in età più adulta, cessa di essere una semplice passione e diventa, per molti, un lavoro. Se nel corso degli anni lo sportivo raggiunge grandi traguardi, riceve meriti e viene notato da personaggi importanti di quel campo, potrà rendere lo sport il suo futuro lavoro. In età giovane, dai 20 anni in poi ad esempio, potrebbe intraprendere corsi di formazione, seguire stage o lanciarsi come aiuto coach per i bambini. Insomma coloro che diventano bravi in ciò che amano, potranno lavorare facendo sport.



ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO

NEWSLETTER

 SEGUIMI SU :