Come usare un estintore: guida dettagliata per le strutture sportive

Iscrizione ai Canali

Resta sempre aggiornato con DaniloRavnic.it

Iscriviti ai canali per non perdere nessun aggiornamento.

Iscriviti al canale Telegram! Iscriviti al canale WhatsApp!

L’uso corretto di un estintore può salvare vite ed evitare danni catastrofici. In particolare, nelle strutture sportive, dove la concentrazione di persone è alta e ci sono spesso molte attrezzature elettriche, è fondamentale saper usare correttamente un estintore. Questo articolo esaminerà come usare un estintore e spiegherà la differenza tra le diverse tipologie, come quelli a polvere e a schiuma.

Usare un estintore: il metodo PASS

Il metodo PASS è un acronimo utilizzato per ricordare i quattro passaggi fondamentali per l’uso di un estintore:

  1. Pull (Tira): Rimuovi il perno di sicurezza. Questo disattiverà il blocco di sicurezza e preparerà l’estintore all’uso.
  2. Aim (Punta): Indirizza l’estintore verso la base delle fiamme, non alla parte superiore. L’obiettivo è soffocare la fonte del fuoco.
  3. Squeeze (Strizza): Strizza la leva dell’estintore. Questo rilascerà l’agente estinguente.
  4. Sweep (Spazza): Muovi l’estintore da sinistra a destra, mantenendo il tubo puntato verso la base del fuoco fino a che non si spegne.

Tipologie di estintori e quando usarli

Ora che sappiamo come utilizzare un estintore, è importante capire le differenze tra le varie tipologie, dato che non tutti gli estintori sono adatti per ogni tipo di fuoco.

Estintori a polvere

Gli estintori a polvere sono estremamente versatili. Sono adatti per combattere incendi di tipo A (materiali combustibili solidi, come legno, carta, tessuti), B (liquidi infiammabili, come olio, benzina, solventi) e C (gas infiammabili, come propano, butano, metano). Inoltre, sono efficaci anche su incendi di tipo D, ovvero quelli che coinvolgono metalli come magnesio, sodio, potassio e alluminio. Gli estintori a polvere sono quindi una buona scelta per le strutture sportive, dove ci possono essere una varietà di materiali e attrezzature.

Tuttavia, tieni presente che gli estintori a polvere possono causare danni collaterali alle attrezzature elettroniche, quindi non sono la scelta migliore se il fuoco si trova vicino a queste.

Estintori a schiuma

Gli estintori a schiuma sono efficaci per gli incendi di tipo A e B. La schiuma agisce soffocando le fiamme e raffreddando il materiale infiammato. Questo tipo di estintore è particolarmente utile per gli incendi di liquidi infiammabili, in quanto la schiuma crea una barriera tra il fuoco e il combustibile, impedendo al fuoco di diffondersi. Sono la scelta ideale se ci sono molte attrezzature elettroniche nelle vicinanze, dato che causano meno danni collaterali rispetto agli estintori a polvere.

Altri tipi di estintori

Ci sono anche altri tipi di estintori, come quelli ad acqua, ad anidride carbonica (CO2) e a gas inerte. Gli estintori ad acqua sono efficaci per gli incendi di tipo A, ma non devono essere utilizzati su incendi elettrici. Gli estintori a CO2 sono ottimi per gli incendi elettrici e di tipo B, ma non sono efficaci su incendi di tipo A.

E’ fondamentale avere a disposizione il tipo corretto di estintore e conoscere il metodo PASS per un uso efficace. Una buona preparazione può fare la differenza in caso di emergenza.

Manutenzione degli estintori

Oltre a conoscere le diverse tipologie di estintori e come usarli, è anche importante capire come mantenerli. Un estintore ben mantenuto può funzionare correttamente quando più ne avete bisogno. Ecco alcuni suggerimenti:

  1. Ispezione periodica: Controllate regolarmente gli estintori per assicurarvi che siano in buone condizioni. Controllate che il perno di sicurezza sia al suo posto e che il manometro indichi una pressione adeguata. Inoltre, assicuratevi che non ci siano danni visibili, come crepe o corrosione.
  2. Ricarica: Se un estintore è stato utilizzato, anche solo parzialmente, deve essere ricaricato o sostituito.
  3. Servizio professionale: Gli estintori dovrebbero essere ispezionati da un professionista almeno una volta all’anno. Questi controlli più approfonditi possono rivelare problemi non evidenti in un’ispezione superficiale.

Formazione sulle procedure di sicurezza antincendio

Infine, è fondamentale che tutto il personale delle strutture sportive sia adeguatamente formato sull’uso degli estintori e sulle procedure di sicurezza antincendio. Questo dovrebbe includere sia una formazione teorica che pratica.

È consigliabile anche effettuare regolarmente esercitazioni di evacuazione, in modo che tutti sappiano cosa fare in caso di emergenza. Questo aiuta a ridurre il panico e la confusione, aumentando la sicurezza di tutti.

Un estintore può essere uno strumento vitale per salvare vite e prevenire danni in caso di incendio. Conoscere i diversi tipi di estintori, quando e come usarli, e come mantenerli in buone condizioni, può fare una grande differenza. Ricordate, la prevenzione è sempre la migliore difesa contro gli incendi.

Se vuoi maggiori chiarimenti o dettagli contatta i nostri uffici. Inoltre se vorrai potrai procedere con l’affiliazione al nostro comitato, cosa aspetti ? affiliati

Contatta e Affiliati

Desideri maggiori dettagli o chiarimenti? AFFILIATI con DaniloRavnic.it

Contatta i nostri uffici. E se sei interessato, puoi anche affiliarti al nostro comitato. Cosa aspetti? Danilo Ravnic presidente di un comitato ENDAS : EPS del CONI

Affiliati ora!

Ravnic

Dirigente sportivo, gestisce un settore nazionale ed è Presidente di un comitato all'interno di un EPS riconosciuto dal C.O.N.I. - Consulente sportivo e del terzo settore - CEO della DreseGo Goup SRL

Guarda tutti gli articoli
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ravnic

Dirigente sportivo, gestisce un settore nazionale ed è Presidente di un comitato all'interno di un EPS riconosciuto dal C.O.N.I. - Consulente sportivo e del terzo settore - CEO della DreseGo Goup SRL

ADV

Seguimi su :

ADV

ADV

0
Lascia un commento x