ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM


Come si possono ricevere pagamenti con Stripe? Cosa è Stripe?

La nostra missione è incrementare il “PIL” di internet.

Così si apre la sezione “Informazioni” del sito di Stripe. Secondo i dati, solamente il 3% del commercio mondiale avviene online, a causa di un sistema finanziario complicato e di norme complesse. Stripe vuole facilitare il sistema di transazioni online e aumentare la percentuale di commercio via web.

Dalla metà del 2018, anche in Italia è possibile gestire i flussi di denaro sul web con Stripe. Stripe nasce da un’idea dei fratelli Collison ed ha sede in California, a San Francisco. Ha clienti come Amazon e Facebook ed ha come scopo quello di aumentare e favorire il commercio online. Ad oggi solo il 12% delle Piccole e Medie Imprese in Italia utilizza il commercio online. Questo perché spesso, quando si vuole fare affari su Internet si incontrano ostacoli legati alle transazioni di denaro, da quelli tecnici a quelli legali. Stripe è un modo sicuro per gestirli e risolverli.



Cosa è Stripe?

Stripe è una piattaforma in cloud che permette di gestire la circolazione del denaro online. Nel gergo tecnico viene definito un “gataway” di pagamento, ovvero un sistema di pagamento invisibile all’utente. Forse potreste conoscere altri sistemi di pagamento, come PayPal o ApplePay. A differenza di questi, un gataway di pagamento è qualcosa che l’utente non può vedere. Si inseriscono i dati della carta e il pagamento verso un altro conto bancario viene effettuato nel giro di cinque-sette giorni.

È una piattaforma, un portale in cui i soldi viaggiano “invisibilmente”. PayPal o ApplePay, invece, funzionano come veri e propri conti corrente, ma virtuali. L’utente inserisce i dati di una o più carte in suo possesso, diversi conti bancari, ed effettua pagamenti. Ovviamente, può decidere da quale conto far partire il denaro. 

Stripe, invece, come abbiamo detto è un gataway: può mostrare una richiesta di numero di carta di credito, il cliente inserisce il numero e procede al pagamento. 



Stripe è il gataway di pagamento più diffuso

Stripe, rispetto al altri gataway di pagamento, ha delle tariffe vantaggiose. Per le carte europee prevede una tassazione dell’1.4% e 0,25 € a transazione. Mentre per le carte non europee prevede una tassazione del 2,9% e 0,25 € a transazione. Il gruppo delle carte non europee include, per esempio, le carte American Express. 

Inoltre, Stripe ha grandi possibilità di integrazione. Infatti, col passare degli anni ha migliorato il proprio lavoro puntando al collegamento con gli altri sistemi. Quindi, ha unito i propri servizi a quelli di altri sistemi e-commerce. È una piattaforma molto utilizzata e ben collegata con altri sistemi online. 

Come accedere a Stripe

Per ricevere un pagamento con Stripe, la prima cosa da fare è aprire un conto corrente Stripe. Per farlo, basta andare sul sito di Stripe e cliccare su “Inizia ora”. Si dovrà creare un account con e-mail, nome completo e password. Successivamente, basterà seguire le istruzioni per l’inserimento dell’IBAN del nostro conto corrente bancario.



A questo punto, Stripe invierà sul nostro conto corrente due bonifici, che vedremo addebitati in pochi giorni. Dovremo poi inserire sul sito di Stripe gli importi di questi due bonifici, che solitamente corrispondono a pochi centesimi. I numeri dei centesimi rappresenteranno un modo per far capire a Stripe che siamo i proprietari del conto corrente. Una volta verificata la proprietà del conto corrente, potremo accedere a Stripe e alle sue funzioni. 

Come ricevere pagamenti con Stripe: prima modalità

Esistono due modalità con cui si possono ricevere pagamenti con Stripe. La prima modalità è quella di utilizzare direttamente Stripe per mandare una richiesta di pagamento a un cliente. Basta entrare su Stripe, cliccare su “Billing e fatture” e creare una nuova fattura. Si dovranno inserire i dati del cliente, compreso il regime dell’IVA per valutare se applicarla o meno. Al cliente arriverà una e-mail con una richiesta di pagamento e un link. Cliccando sul link si aprirà una pagina in cui potrà effettuare il pagamento, che poi noi riceveremo. 

È importante però ricordare che non si tratta di una fattura elettronica e quindi, per chi è obbligato ad effettuare una ricevuta elettronica è necessario emetterla tramite altri sistemi (come “Fatture in cloud”). È possibile anche integrare Stripe con programmi per fatture, in modo da emettere e spedire automaticamente la fattura elettronica, ogni volta che si richiede un pagamento. 



Come ricevere pagamenti con Stripe: seconda modalità

La seconda modalità per ricevere un pagamento con Stripe è quella di integrare Stripe con il proprio sistema e-commerce o con il proprio sito web. L’integrazione con Stripe è presente in tutti i sistemi e-commerce, basta attivarla. Una volta attivata, si dovranno inserire delle chiavi di sicurezza o autorizzare l’operazione tramite il pannello di Stripe. In questo modo, il vostro sistema e-commerce e Stripe saranno collegati e i vostri clienti potranno effettuare pagamenti attraverso Stripe. 

Questa modalità non è applicabile però in una piattaforma e-commerce Shopify (un costruttore di siti web, specifico per negli online). Questo perché Stripe e Shopify hanno un accordo commerciale secondo cui Stripe fornisce un sistema di pagamento detto “Shopify payments” che è già inserito in Shopify. Quindi Stripe è già inserito in maniera predefinita nel pannello Shopify.

Ricevere pagamenti tramite sito web

È anche possibile ricevere un pagamento al di fuori di un e-commerce, per esempio con un modulo in un sito web. Basterà aggiungere un “plug-in” nel sistema di gestione del sito, come può essere WordPress, che permetterà di selezionare le impostazioni necessarie a ricevere un pagamento su una pagina del sito web



Tramite Stripe è anche possibile richiedere un pagamento ricorrente. Si può indicare il tipo di servizio ed effettuare pagamenti mensili, tutti uguali, oppure diversi. In questo modo possiamo vendere servizi ai nostri clienti con la sicurezza che la carta di credito del cliente verrà registrata nel sistema e i pagamenti saranno regolari. 

La sicurezza con Stripe

Stripe ti permette di avere maggiore sicurezza sui pagamenti effettuati e ricevuti, ma inoltre permette di ridurre i costi per la gestione del controllo e della verifica dei pagamenti effettuati. I livelli di sicurezza di Stripe sono altissimi, come quelli delle banche. 

Inoltre, recentemente è stato introdotto un nuovo sistema: il 3D Secure. Il 3D Secure permette di fare ulteriori verifiche sull’autenticità delle carte di credito. Per esempio, ogni volta che si inserisce un numero di carta, si apre una finestra aggiuntiva in cui si dovrà inserire un codice PIN inviato dalla banca al cellulare del cliente o sull’applicazione della banca stessa. Si può decidere di attivare il 3D Secure, per esempio, solo su importi di una certo livello. 



Conclusione

Stripe è un sistema sicuro ed efficace per ricevere pagamenti con carta di credito. È invisibile al cliente, anche se spesso viene inserito il logo sul sito web o sull’e-commerce per permettere al cliente di conoscere Stripe. Con Stripe è possibile ridurre il rischio di frode, semplificare e accelerare il processo delle transazioni di denaro e gestire i pagamenti. Essendo una piattaforma americana, però, è importante prestare attenzione alle norme relative alla fatturazione. Non sempre corrispondono a quelle europee. 

Spero che questo articolo su come effettuare pagamenti con Stripe vi sia piaciuto e vi ricordo di seguirmi sui miei canali Instagram, Telegram e YouTube per rimanere sempre aggiornati e informati!

NEWSLETTER

 SEGUIMI SU :