fbpx

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM


Come gestire la fama?

In primis mi sembra opportuno rimandare al vocabolario Treccani in merito all’etimologia e al significato di fama.

Come gestire la fama? Quante volte vi siete posti questa domanda? Quante volte avete pensato come sia la vita di una persona famosa, ricca, nota in un determinato settore etc. In verità in questo articolo cercherò di raccontare solo quanto abbia appreso nel corso dei miei viaggi e delle numerose occasioni di incontro con personaggi noti dello spettacolo, manager, ballerini etc. E’ un pensiero mio basato su quanto, appunto, abbia visto. Premetto che in questo articolo non voglio dare consigli su come si gestisce la fama peccando di presunzione. Non sto ammettendo di essere a tal punto famoso. Tuttavia posso affermare che spesso la fama possa causare dello stress. Se volete potete cliccare qui per accedere al mio articolo su come si gestisca lo stress. Ho dato anche qualche suggerimento su come gestire la paura.

Qual’é il rischio che si nasconde dietro la fama?

Nel corso della mia attività professionale ho avuto modo di conoscere molti sportivi famosi, business man e woman, professionisti, imprenditori che hanno raggiunto un apice importantissimo. Molto spesso coloro che raggiungono un gradino così “elevato” tendono ad entusiasmarsi così tanto di quanto sta accadendo loro. In verità questo atteggiamento rischia di distogliere la propria attenzione, concentrazione o le proprie forze da quello che è il “focus” ovvero il motivo per cui abbiamo intrapreso quell’attività. Si dimentica perché si è cominciato ovvero si ami uno sport oppure perché si è deciso di raggiungere quel traguardo. Dietro grandi risultati ci sono grandi motivazioni.

Perché rimanere centrati sui propri obbiettivi nonostante il successo?

Ci sono infatti molte persone che invece, nonostante la fama ed il successo, riescono a rimanere centrati sui propri obbiettivi. Continuano a perseguirli. Questo significa che hanno “i piedi a terra” e che non dimenticano perché hanno deciso di intraprendere quel percorso o quello sport. La fama non li scalfisce e riescono, talvolta, a superare se stessi grazie a questa dose di autocontrollo. Per gestire la fama bisogna essere “grandi professionisti”, avere “la testa sulle spalle”. E’ facile sentirsi apprezzati ed idolatrati da tutti ma è più difficile essere razionale. Le grandi “star”, spesso, cadono in eccessi negativi ed in comportamenti poco gradevoli in virtù di un senso di onnipotenza offerto dalla fama.

Cosa fare se si è un esempio per i giovani?

Mi sembra utile presentare un esempio. Un calciatore famoso diventa, per gli amanti del calcio e per i giovani in generale, un esempio. Sarà un modello non solo per lo sport che fa e quindi quando calcia un pallone ma sarà un esempio anche nell’ambito della vita privata. Ci sono molti sportivi noti, calciatori in particolare, che hanno dato un grande esempio di comportamento nella vita privata. Hanno dimostrato di saper essere legati alle loro radici, di saper gestire il loro denaro ed anche il successo. In molti si sono prodigati per compiere opere di salvezze nei paesi poveri ( magari quelli di origine). In sostanza hanno mostrato umiltà. Tanti altri, invece, non hanno saputo contenere l’entusiasmo e l’adrenalina derivante dalla fama con la conseguenza di vedere scomposta la propria vita.

Come dosare “l’onnipotenza” da fama?

Cullarsi “sugli allori” pensando di essere assoluti ed onnipotenti può far perdere il controllo di se stessi, della propria intimità familiare, del proprio vissuto personale etc. Con ciò voglio intendere che sia necessario equilibrio. L’equilibrio è fondamentale ed è l’ingrediente della vita. Nella mia esperienza lavorativa ho avuto modo di conoscere molti personaggi famosi e posso assicurarvi che non è facile gestire la fama. E’ bella sì, entusiasmante ma di difficile gestione. Inoltre, è importante ricordarlo, che quando si è famosi bisogna essere di conseguenza responsabili.



Nel percorso verso il successo, è sempre importante ricordare da dove si è partiti.

Quando si è famosi è opportuno limitare la sua privacy?

Avere la fama significa anche limitare la propria privacy. E’ normalissimo essere nell’occhio del ciclone, sotto i riflettori, avere l’attenzione della gente. Certo ciò accade quando sei davvero popolare e soprattutto mediaticamente chiacchierato. Ci sono anche persone capaci ed importanti che svolgono la loro attività lavorativa nel mondo dello spettacolo e poi, preferiscono, condurre una vita normale. L’atteggiamento verso la popolarità dipende molto da ciò che desideri o cerchi anche. Ribadisco che alla base della fama vi deve essere comunque responsabilità. Essere famosi non è per tutti. E’ opportuno sapere che quando si è famosi bisogna essere umili. Questa caratteristica consente di dosare le conseguenze di cui si potrebbe essere investiti quando si è famosi.

Come comportarsi se si è famosi?

Avere fama quindi è difficile. Bisogna essere centrati sempre sui propri obiettivi, sulle motivazioni che hanno spinto a diventare famosi, a fare quelle scelte. E’ normale che la propria vita verrà intaccata da giudizi, chiacchiere e magari qualche gossip. Questo mondo è sicuramente particolare. La privacy va difesa con forza ed determinazione. Premetto sempre che il mio è un discorso da terza persona ovvero da osservatore di questo mondo. Ribadisco che ho avuto modo di relazionarmi con persone note del mondo dello spettacolo e non solo. Ciò che vorrei dire è questo: se hai un talento e se sei apprezzato, se piaci, tutela le tue doti e rispetta te stesso e le persone che ti ammirano. La responsabilità verso il ruolo che si ha è uno degli strumenti migliori per gestire la fama.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO

 SEGUIMI SU :

Seguimi su :

ADV

adv

Newsletter

adv

Dresego