Aggiornamento importante per i Bar nelle ASD / SSD / APS / AC

Iscrizione ai Canali

Resta sempre aggiornato con DaniloRavnic.it

Iscriviti ai canali per non perdere nessun aggiornamento.

Iscriviti al canale Telegram! Iscriviti al canale WhatsApp!

Creare un punto di ristoro all’interno di un’associazione sportiva dilettantistica (ASD) può essere un’ottima opportunità per generare entrate aggiuntive e offrire un servizio apprezzato da soci e visitatori. Tuttavia, è fondamentale navigare con attenzione attraverso la normativa complessa che regola tale attività, sia sotto il profilo igienico-sanitario che fiscale.

1. Conoscere la Normativa e Ottenere le Licenze

Prima di iniziare, è essenziale informarsi sulle leggi locali relative all’apertura di esercizi pubblici, in particolare quelli legati alla somministrazione di alimenti e bevande. Questo potrebbe includere l’ottenimento di licenze specifiche, in particolare se si prevede la vendita di alcolici. È inoltre necessario registrare l’attività presso la Camera di Commercio e ottenere un codice fiscale per l’attività commerciale.

2. Requisiti Igienico-Sanitari e Sicurezza

Le norme igienico-sanitarie sono un altro aspetto cruciale nella gestione di un bar. Bisogna garantire che il locale rispetti i criteri di sicurezza alimentare, con attrezzature conformi agli standard vigenti. È imperativo che il personale riceva formazione specifica sulla sicurezza alimentare, inclusa la manipolazione degli alimenti e le pratiche di pulizia.

3. Gestione Fiscale e Contabile

La gestione delle questioni fiscali e contabili è fondamentale. Sarà necessario un regime contabile chiaro, che includa la gestione di scontrini fiscali e registri dei ricavi. Questo aspetto potrebbe richiedere l’assistenza di un commercialista, soprattutto per navigare la complessità della partita IVA e delle dichiarazioni fiscali.

Specificità per le Associazioni Sportive

Le ASD devono affrontare considerazioni aggiuntive. La gestione di un bar deve essere complementare all’attività principale dell’associazione e avvenire solo a favore dei soci. È essenziale presentare la SCIA al Comune, evidenziando il tipo di somministrazione prevista e garantendo che i locali rispettino tutte le norme igienico-sanitarie e di sicurezza richieste.



Le ASD che gestiscono un punto ristoro devono aprire una partita IVA e possono optare per il regime fiscale vantaggioso previsto dalla Legge 398/1991, con l’obbligo di presentare una pratica SCIA per comunicare al SUAP del Comune l’inizio dell’attività di Circolo Privato di somministrazione riservato a soci e tesserati. È importante notare che l’attività deve essere svolta esclusivamente verso soci e tesserati, e il punto di somministrazione non deve essere visibile dalla strada o pubblicizzato esternamente per evitare di ledere il principio di concorrenza con i locali commerciali tradizionali.

In conclusione, la gestione di un bar all’interno di un’associazione sportiva dilettantistica offre molteplici benefici, ma richiede un’attenta pianificazione e conformità alle normative vigenti. È cruciale considerare tutti gli aspetti legali, burocratici, igienico-sanitari e fiscali per assicurare il successo dell’iniziativa senza incorrere in sanzioni o complicazioni.

Per maggiori dettagli e una guida passo-passo, i seguenti articoli offrono una panoramica approfondita delle procedure e dei requisiti:



  • Danilo Ravnic per una guida completa sull’apertura di un bar in un’associazione sportiva.
Contatta e Affiliati

Desideri maggiori dettagli o chiarimenti? AFFILIATI con DaniloRavnic.it

Contatta i nostri uffici. E se sei interessato, puoi anche affiliarti al nostro comitato. Cosa aspetti? Danilo Ravnic presidente di un comitato ENDAS : EPS del CONI

Affiliati ora!

Ravnic

Dirigente sportivo, gestisce un settore nazionale ed è Presidente di un comitato all'interno di un EPS riconosciuto dal C.O.N.I. - Consulente sportivo e del terzo settore - CEO della DreseGo Goup SRL

Guarda tutti gli articoli
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ravnic

Dirigente sportivo, gestisce un settore nazionale ed è Presidente di un comitato all'interno di un EPS riconosciuto dal C.O.N.I. - Consulente sportivo e del terzo settore - CEO della DreseGo Goup SRL

ADV

Seguimi su :

ADV

ADV

0
Mi piacerebbe conoscere i tuoi pensieri, commenta. x